UNDER 15 ECCELLENZA: A BIELLA AUX CUS IN CRESCITA

La reazione attesa arriva. I primi due punti stagionali ancora no, ma a Biella, sul campo della seconda in classifica, i gialloblu alzano i loro standard tecnici e fisici e arrivano a giocarsela quasi fino in fondo.
All’inizio dell’ultima frazione sono ancora in vantaggio, poi subiscono, inesorabile, il ritorno dei lanieri che, con un ultimo parziale da 25-15 portano a casa la settima vittoria stagionale (su 8 gare fin qui disputate).
La gara ripete un po’ il copione di quella della scorsa stagione nel girone Top: anche allora alla fine s’impose Biella, e anche allora i gialloblu uscirono dal campo a testa alta e forti di tante indicazioni positive.
Alle tambureggianti iniziative di Finotti e Aimone (12-4 al 4’), l’Auxilium CUS replica con la difesa attenta, con circolazione paziente a difesa schierata e con le finalizzazioni di Caria Grossi e Magnano: e sul 14-10 del 7’ rimonta punto su punto.
Tornato sugli standard offensivi della passata stagione, Biasioli segna il sorpasso da tre al termine di una lunghissima azione iniziata proprio da un suo recupero in pressione sulla rimessa laniera in fase difensiva: 14-17
Negli ultimi 50 secondi Finotti scuote Biella: entrata con fallo e liberi a segno di per il pareggio a quota 19.
Nel secondo quarto le marcature ospiti si fanno attentissime, e gli spiragli concessi gli avversari sono limitati al minimo: il solito Aimone marca l’unico canestro su azione dei padroni di casa nella decina.
Virde recupera sul palleggio a metà campo e corre in contropiede: 19-23.
Altro recupero in pressione, stavolta di Biasioli, tecnico al biellese Murgia per proteste, Biasioli realizza il libero e poi sul possesso, dopo un lucido giro palla di qualche secondo taglio dentro per Bargossi, che non sbaglia: 19-26.
I cussini prendono coraggio e vanno a pungere nel pitturato con Zattarin (21-28 al 16’) e Caria (23-30 al 18’). Poi prima delle sirena di metà gara il laniero Galliano attacca, sbaglia, recupera e segna in appoggiata il 25-30.
Biella è lì, ad un passo, e a colmare il disavanzo non ci mette molto, alzando il pressing e giocando con un‘intensità pazzesca.
L’Auxilium CUS non realizza per 5 minuti ed è costretta a ricorrere più volte al fallo: ne viene fuori un break di 10-0 che rovescia la situazione: 35-32.
I gialloblu ribattono colpo su colpo: Biasioli con i piedi sull’arco accorcia, Magnano
pareggia sul 36 in entrata.
Nel botta e risposta Torino torna davanti al 32’ con un 2+1 di Grossi, che poi mette a referto anche il 44-47. Biella fallisce ancora il tiro per due volte e con Dalmasso e Bargossi gli ospiti si portano sul 44-51, vedendosi stoppare il tiro da sotto dell’allungo.
E qui la gara cambia: Biella si pressante, recupera palla e segna ad ogni possesso. 
Caria e Magnano tengono lì l’Aux CUS fino al 57-55.
Ma nei due successivi minuti Aimone regala il successo ai suoi: il break taglia-gambe è di 10-0.
 
 
PALLACANESTRO BIELLA-AUXILIUM CUS TORINO 67-55
Parziali: 19-19, 25-30, 42-40
BIELLA: Finotti 15, Scaglia Rat 11, Paluane, Aimone 25, Mitchell 2, Roncarolo, Murgia 8, Zoldan, Galliano 6, Mancini, Galluccio, Rafano. All. Bruno.
AUXILIUM CUS TORINO: Bargossi 8, Biasioli 10, Caria 10, Dalmasso 2, Grillo, Grossi 7, Maggio, Magnano 8, Tiberti 2, Virde 4, Zattarin 4. All. Italia.

Condividi Articolo

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su pinterest
Share on Pinterest

Related news