LO SPRINT (STAVOLTA) È DEL CUS !

Alla Panetti, in stagione, Mastro Viaggiatore e My Genova Basket si sono incontrate due volte e in entrambe le occasioni non sono state partite …banali.
Come 3 mesi fa in campionato, la gara di Coppa si decide nei secondi finali. Stavolta dice bene ai biancoblu torinesi che inseguono per oltre mezzora, ma poi girano dalla loro il punteggio e difendono con i denti e con le unghie un esigo vantaggio.
I liguri fanno subito capire le loro intenzioni, schierano una zona quasi impenetrabile, attaccano con determinazione il ferro ma sono precisi anche da oltre la linea arcuata: 7-11 al 3’, 10-15 al 7’, 11-19 al 9’.
il genovese Sanguineti fa danni a ripet5izione (ben 13 i punti filati a cavallo del 10’) e dall’altra parte la zona del My basket si fa ancora più aggressiva, ricorrendo spesso al fallo.
Il CUS guadagna diversi liberi, ma viaggia solo al 50% e soprattutto non corre dovere la transizione difensiva, trovandosi a rincorrere 10 punti sul 16-26 dell’11’.
Più reattivo a rimbalzo e pronto a ribaltare il fronte, il My Basket metter ancora il dito nella piaga degli squilibri difensivi dei padroni di casa e si porta più volte sul +12.
Poi nei 4 minuti che precedono l’intervallo il Mastro Viaggiatore trova finalmente percentuali accettabili in fase di finalizzazione e con le triple dell’ottimo Tiengo e di Ruà si rimette sotto: 33-36.
Per colmare la misura i biancoblu si fanno troppo frenetici e vengono di nuovo castigati da un paio di efficaci ripartenze ospiti: 33-41 al riposo lungo.
Al rientro in campo il CUS si riporta a -3, ma ancora non difende con la giusta intensità e, lento nei rientri, viene ricacciato indietro: prima a -6, quindi al 28’ a -12: 42-54.
Con un piede nella fossa, i padroni di casa si aggrappano alla partita e con i canestri di Porcella e Begni tengono acceso un barlume di speranza: 46-54.
La fiammella diventa fuoco nelle prime azioni dell’ultimo quarto: la bomba del -2 è di Paletto, quella del sorpasso di Tiengo: 55-54.
Ora la difesa biancoblu si esprime su buoni livelli e anche l’attacco ne beneficia: la circolazione è fluida, Genova concede spazi sugli esterni e Circassi Pezzera e il solito Tiengo sono implacabili dalla lunga distanza: 63-59 al 38’.
Il My Basket si fa sentire sotto l’altra tabella, conquista ben 4 rimbalzi nella stessa azione ma sbaglia sempre da sotto. Sul ribaltamento il Mastro Viaggiatore lo grazia in un paio di occasioni e a 34 secondi dalla sirena Costa tieni aperta la contesa con il libero del 64-63.
Ancora una volta il CUS alla palla per chiudere, ma spreca, lasciando 16 secondi sul cronometro.
La giocata decisiva è di Andrea Porcella, che si mette sulla traiettoria del palleggiatore ligure e a metà campo subisce un fondamentale sfondamento.
Sul successivo attacco cussino Ruà subisce: 2 su 2, 66-63 a -12 secondi.
Il My Basket rimette per il pareggio, Piorè ci prova, secondo ferro Il rimbalzo del CUS che vince la sua prima gara di Coppa.

MASTRO VIAGGIATORE CUS TORINO-MY BASKET GENOVA 66-63
Parziali: 14-21, 34-41, 46-54
CUS TORINO: Begni 10, Coggiola n.e., Paletto 9, Grizzaffi, Circassi-Pezzera 4, Porcella A. 8, Ruà 12, Sortino n.e., Alessi 5, Gijka 2, Lo Buono, Tiengo 16. All. Ancona A. Ass.
GENOVA: Penco 3, Sanguineti 18, Frontero 5, Costa 8, Piorè 9, Dagnino, Pastorino 2, Ditta 4, Neri Arauz 12, Rebaudo 2. All. Innocenti.

Condividi Articolo

Condividi su facebook
Share on Facebook
Condividi su twitter
Share on Twitter
Condividi su linkedin
Share on Linkdin
Condividi su pinterest
Share on Pinterest

Related news